Archivio Notizie: 2024 - 2023 - 2022 - 2021 - 2020 - 2019 - 2018 - 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011
APPROVAZIONE PROGETTO COSTE SICURE
13/01/2023 11:11
Il Comune di Massa Lubrense ha approvato il progetto Coste Sicure. Oggetto dell’intervento, il consolidamento del litorale Chiaia ed il ripascimento di due spiagge di Puolo con il rafforzamento della scogliera di protezione del borgo. Lo studio di fattibilità tecnico economica, approvato dall’Amministrazione comunale su proposta del sindaco Lorenzo Balducelli prevede un costo dell’intervento di sei milioni e duecentomila euro.
Tutto nasce nel lontano 2003, ben 20 anni fa, con la firma di un Protocollo di intesa tra i comuni di Piano di Sorrento. Meta, Sant’Agnello e Massa Lubrense. Tra questi enti viene scelto Piano di Sorrento come comune capofila e soggetto attuatore dell’intervento. A coordinare la progettazione del piano che riguarda la costa dei quattro comuni viene chiamato il geologo Antonio Malafronte. I primi rilievi topografici e barimetrici vengono affidati ad una societa specializzata la Idrogeo. Successivamente viene stipulata una convenzione con il Dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale dell’Università Federico II di Napoli per uno studio meteo-marino ed idrodinamico della costa interessata dagli interventi. Dalle risultanze dello studio, si procede all’ affidamanto ad ENG srl, specializzata per i servizi di ingegneria e architettura, di una progettazione. Lo studio per la parte relativa a Massa Lubrense è stata finanziata nel 2017 con fondi del bilancio comunale.
Dopo questo lungo e tortuoso iter si è arrivata all’approvazione da parte della Giunta Comunale dell’intervento per le coste di Massa Lubrense.
Per quanto riguarda Puolo sono stati previsti tre interventi. Innanzitutto il rinforzo della scogliera con nuovi massi che accresceranno la sicurezza dell’intero abitato dalle mareggiate invernali ed una sottofondazione del muro paraonde. Il secondo intervento è alla spiaggia principale del borgo con una serie di interventi di rinforzo della linea di costa ed un avanzamento dell’attuale spiaggia di ben 11 metri. Il terzo intervento è alla spiaggia che si trova all’esterno della radice della scogliera di protezione che attraverso una serie di interventi a mare sarà portata ai livelli degli anni 40 con una lunghezza finale di oltre 70 metri ed una larghezza variabile tra i 2 ed i 17 metri.
La seconda linea di intervento riguarda in litorale della Chiaia interessato da anni da fenomeni di dissesto del versante e da danneggiamenti dovuti alle mareggiate.
Si tratta di una linea di costa di circa 700 metri di lunghezza da Marina Lobra a San Montano. L’intervento prevede una pulizia del costone e disgaggio rocce instabili ed il successivo posizionamento di reti di acciaio inox con chiodi di 6 metri di lunghezza e di 26.5 mm diametro e la realizzazione di drenaggi orizzontali delle acque di falda per l’intera zona. Inoltre è previsto una notevole rinforzo della scogliera con massi calcarei bianchi al posto di quelli vulcanici di colore nero che contrastano fortemente da un punto di vista paesaggistico.
“Abbiamo sempre creduto nel progetto Coste Sicure -sottolinea il sindaco Lorenzo Balducelli- e nel 2017 abbiamo finanziato la progettazione con notevoli sacrifici attingendo a fondi del bilancio comunale. Si tratta di una grande intervento per il litorale della Chiaia che ha bisogno di interventi ci consolidamento a monte dove ci sono storicamente fenomeni di dissesto e di protezione a mare con una scogliera importante che protegga la costa dalle forti mareggiate. Un intervento che ha anche una forte valenza paesaggistica con la sostituzione nella parte emersa degli scogli di origine vulcanica nera con un scogliera in roccia calcarea bianca. Su Puolo sono stati progettati una serie di interventi che daranno nuova protezione al caratteristico borgo e nuovo slancio alla balneazione nella zona. Si tratta di un intervento consistente dal punto di vista economico che dalle interlocuzioni avute, sia a livello tecnico che politico la Regione Campania vuole finanziare”.
Versione stampabile